BArchE


Also found in: Dictionary, Encyclopedia.
AcronymDefinition
BArchEBachelor of Architectural Engineering
References in periodicals archive ?
The PSNR results of different T for q = 5 ([q.sub.index] = 33.4725) Image T = 13 T = 14 T = 15 T = 16 T = 17 T = 18 T = 19 JPEG Lena 28.82 28.81 28.78 28.74 28.68 28.60 28.53 27.33 Baboon 22.08 22.09 22.09 22.09 22.07 22.05 22.01 21.52 Barche 27.19 27.18 27.16 27.11 27.06 26.99 26.92 26.03 Goldhill 27.28 27.25 27.21 27.13 27.07 26.99 26.90 26.16 Peppers 28.79 28.81 28.81 28.79 28.78 28.73 28.65 27.18 Barbara 24.81 24.85 24.88 24.90 24.91 24.91 24.91 23.86 Cameraman 24.95 24.97 24.99 25.01 25.01 25.02 25.01 24.21 Airplane 27.86 27.88 27.86 27.80 27.79 27.74 27.68 26.54 Table 2.
Serse muoveva contro la Grecia nella primavera del 480 a.C; per attraversare lo stretto ordino di costruire un ponte di barche che unisse la sponda asiatica e quella europea.
Perche si vanno a recuperare le barche anche quando sono a cento miglia dal Tisola, magari dirette da tutt'altra parte?
Due to space constraints, two examples will need to suffice: "E vano attendere la primavera: / sue pelurie di grano / una margherita/ soavissimo sole entro barche di vento" (Notturno no.
53) Li guardai allontanarsi ondeggiando, come due barche in un mare notturno, ed entrai nel caffe (p.
Queste miniature rappersentavano tropi tipici della memoria: uccelli, api e alveari, fiori in mezzo all'erba, barche e pietre prezione incastonate in gioielli, disegni intricati con innumerevoli nodi disposti ad arte sui margini corne glosse.
The chapter is separated into sections corresponding to la casa del nespolo, il cortile e l'orto; i fichidindia; il mare e i Faraglioni; le barche, la Provvidenza e il naufragio; i carri, il carretto e l'asino di compare Alfio; la sciara sul mare; le ginestre; Aci Castello; Ognina; Aci Trezza e la sua gente.
Le loro scorribande tra cumuli di alghe e conchiglie e rottami di barche introducono la figura centrale dei gatti, di cui le ragazzine si prendono cura da quando erano piccole, e "[c]he erano brutti.
Torino, in particolare le colline e il Po: tutte le esperienze, i vagabondaggi, gli sports, le confidenze di Pavese con la natura non erano state, unicamente, le passeggiate sulle colline, le remate sul Po' sulle faticose barche dei renaioli?
(11.) 'Guardai dove accennava e vidi, dietro le barche che s'avvicinavano per raccogliere i passeggeri, una folla d'arabi cenciosi, seminudi, ritti nell'acqua fino a mezza coscia, i quali s'accennavano l'uno all'altro il bastimento con gesti da spiritati, come una banda di briganti che dicessero--Ecco la preda' (De Amicis, 1908: 2).