CAPEI

AcronymDefinition
CAPEIConstruction Association of Prince Edward Island (Canada)
Copyright 1988-2018 AcronymFinder.com, All rights reserved.
References in periodicals archive ?
When comparing the descriptive statistics in the upper parts of Panel A and B in Table 1, we notice that the PEPI BO (9.80 percent p.a.), the CAPEI (9.60 percent p.a.), and the PEPI (6.97 percent p.a.) exhibited the highest mean returns of all indices under consideration.
Ma Laura non fu una finzione e intorno alla bella avignonese egli fece ruotare tutto il suo sistema poetico e simbolico, una sorta di repertorio di metafore costanti che, se da una parte lo ricollegano agli schemi della tradizione medievale e stilnovistica - con le sue simmetrie cronologiche, per esempio - dall'altra lo proiettano in avanti, come fondatore di un nuovo modello della lirica amorosa quale si verra a imporre per secoli, con la splendente sua Laura dai "capei d'oro a l'aura sparsi", gli occhi luminosi, la carnagione candida, sempre dipinta all'interno di un sottofondo di natura appartata tra fiori e movenze leggere.
The first, beginning "Loose to the wind her golden tresses stream'd," is a translation of canzone 90, "Erano i capei d'oro a l'aura sparsi," which contains an obvious example of the way Petrarch puns on Laura's name that is invariably lost in translation.
In all these ins tances Ronsard may be alluding to Petrarch's image from Canzoniere 90: "erano i capei d'oro a l'aura sparsi," which puns on Laura's name.
also Petrarch, Bucolicum carmen 3,15 ('Ardentesque comas humeris disperserat aura") and Canzoniere 90,1-4 ("Erano i capei d'oro a l'aura sparsi / che'n mille dolci nodi gli avolgea") as well as 127,83; 143,9 and 159,6 (the texts quoted here are taken from Morros' erudite note on the literary precedents of the Garcilasian verses: in Garcilaso de la Vega, 402, n.
7 Comparese esta descripcion con el soneto 90 de Petrarca "Erano i capei d'oro a l'aura sparsi" (193).
RVF, CCXII, 7) nella canzone XLVI, Come fuggir per selva ombrosa e folta, che pero si involve presto nella dinamica speranza/ dolore che agita il cuore del poeta (a un certo punto sogna che il "freddo petto" della donna venga "cangiato in dura selce" come all'ovidiana Anassarete, o che "'l viso e i capei d'oro" siano "quercia fatfi in gelida alpe od elce / frondosa", 65-71, con recupero dell'esperienza "petrosa" dei sonetti per la crudele Colonna), fino al congedo, rapida summa di motivi petrarcheschi in fase calante:</p> <pre> Canzon, tra speme e doglia Amor mia vita inforsa e ben m'avveggio che, l'altrui mobil voglia colpando, io stesso poi vario e vaneggio.