SCAVA

AcronymDefinition
SCAVAScarlet & Ava (song)
SCAVASouth Carolina Association for Volunteer Administration
Copyright 1988-2018 AcronymFinder.com, All rights reserved.
References in periodicals archive ?
(20) Tuttavia, l'elemento acquatico del testo di Celestini ("E si ferma solo vicino al fiume sotto al ponte e scava un buco e dentro a quel buco ci infila la faccia") e totalmente assente in Calvino e appena accennato nei versi della nenia della versione del Pitre.
Lo stravolgimento maccheronico di ogni monodia linguistica (di ogni lingua innamorata, di ogni convenzione comunicativa socialmente fondata) opera in un ambito ironico-parodico e insieme (e per questo) dialogico, cioe geneticamente e fruitivamente extratestuale (e una prassi realizzabile come pratica di lettura e sempre tenuta in vista): l'idioletto si plasma sopra una lingua-talpa, una lingua-Faria, appunto, che scava cunicoli e apre brecce nella fortezza della apparente e falsa sistematicita della organizzazione estetico-gnoseologica del neocapitalismo maturo.
Piu dell'esplicita falsariga de La Dolce vita (di cui La grande bellezza rappresenta una sorta di sequel disilluso, tanto depauperato di agganci interpretativi ai luoghi illustrati da non portare, come i trenini di Jep Gambardella, "da nessuna parte"), il film di Sorrentino scava nella crepa intrawista da Roma tra un tempo passato--non importa quanto pretestuoso--in cui abitare un luogo significava viverlo e partecipare dell'elaborazione del suo senso e un dopostoria liquido che ha irreparabilmente dissolto ogni relazione coesa tra il paesaggio e il soggetto che lo interpreta e forgia.
E scrivo, prendo il dovuto distacco, o cerco di prenderlo; mi immagino differenziato dalle cose ed emergente, immagino di avere dei progetti e di poterli realizzare e che le parole servano ad esprimere, a mimare o ad esprimere, non importa, un'energia, una punta, una testa a grifo che scava e avanza dentro un impasto, impasto e pur durissimo (come sotto altre pressioni da centro della terra) da cui essa deve trarsi fuori anche a mezzo delle parole.
Su posizioni analoghe si pone Alessandro Dal Lago che scrive: "Quando si parla di 'multiculturalismo,' anche se in termini ragionevoli o favorevoli [...], si e gia accettato il falso presupposto che i migranti costituiscano frammenti o avanguardie di culture diverse, si ipostatizza la loro differenza e si scava un solco tra noi e loro, con il risultato paradossale, ma non troppo, che spesso i migranti, ricacciati nei loro contenitori culturali, etnici o religiosi, finiscono per riconoscersi in essi, allo stesso modo in cui la subcultura giovanile e deviante e anche la risposta ad una societa escludente" (169).
Mary Melfi scava nei ricordi della madre e da voce ai suoi pensieri, alle sue emozioni, ai suoi sentimenti sempre troppo impegnata, in Italia, nei lavori nei campi, nella cura della casa, del marito e dei figli.
Questa mancanza di una posizione esplicita sui contenuti del testo lascia parzialmente in ombra reti di significato pure importanti o almeno suggestive, come ad esempio proprio quell'intreccio di arte e scienza che l'introduzione tocca sul piano compositivo ma non scava su quello tematico o epistemologico.
Con una paziente tonalita monotona, una goccia che scava nella roccia, la canzone si rivolge con accondiscendenza ai "cari compagni" che fanno "balenare davanti come se fosse oro" il lavoro di fabbrica e che affermano "che il lavoro delle donne non e produttivo / e che le casalinghe la rivoluzione non faranno mai." Una a una, le cantanti smontano queste sicurezze maschili: "Noi rispondiamo / che lavoro gratis ogni giorno facciamo" e "Ancora non avete capito niente.
Ma, per quel che ci riguarda, egli ci ha lasciato due esempi da meditare: quello di un'arte che e simile al vomero nel campo irto e ribelle della vita--lo scava e per questo e un vomero, per questo e arte vera--, e quello di una vita condotta con pugnace coraggio, con disperata coerenza, al termine deciso del suo compito.
L'amica geniale racconta una singolare amicizia, quella che unisce Raffaella Cerullo (Lina/Lila) ed Elena Greco (Lenuccia/Lenu), un'amicizia non edulcorata che reca la cifra della scrittura di Elena Ferrante che scava in questo sentimento fino a farne affiorare gli aspetti piu torbidi e negati alla coscienza, come gia era accaduto con l'amore materno.
Secondo questa prospettiva il compito dello storico non e tanto la ricerca della verita del fatti storici, quanto invece l'individuazione di un nesso tra i gesti storici visibili e il meccanismo della ripetizione, tra questi e l'idea di un'azione compiuta in risposta ad un'altra azione, perche "nel pensiero delia ripetizione c'e tutto il nostro rapporto con il passato." (33) Lo storico che e in grado di cogliere questo nesso nascosto e colui che scava tra le ombre e riemerge dal mondo del morti.
Tacito scava nel seno della politica e ci mostra le sue diverse molle che essa fa agire.